stemma squadra
Home
News
serie D
under 18
under 16
Under 13 blu
S3 - minivolley
Campi di gara
Albo d'Oro
Photogallery
Videogallery
I nostri sponsor
Contatti
Documenti
I nostri riferimenti
Sede legale:
Strada della Lucciola, 35
05035 Narni Scalo (TERNI)
cellulare: 335.216730

Sede operativa:
Pala Gandhi
via dei Garofani, 2
05035 Narni Scalo (TERNI)

e-mail:
info@pallavolonarni.it
info@asdnarnivolley.it
News
Pubblicato il 03/11/2019 da aldo mencarelli
serie D
TERZA GARA, TERZA VITTORIA E TERZO 3-0
La Scalo 82 Narni liquida anche la Pallavolo Perugia
immagine TERZA GARA, TERZA VITTORIA E TERZO 3-0

PERUGIA, 2 novembre – Terza trasferta consecutiva per la Scalo 82 Narni, terza vittoria e terzo tre a zero. Questa volta a soccombere sotto i colpi di Pettini, Eresia, Camilli, Rocchetti e Novelli sono state le generose ragazze della Pallavolo Perugia. E’ stata una bella gara chiusa in un’ora e venti minuti con parziali (24-26, 17-25 e 23-25) che fanno pensare a grande battaglia. In realtà non è proprio vero perché la Scalo 82 Narni ha costantemente tenuto sotto controllo il gioco partendo velocemente e rallentando quando il vantaggio in suo favore raggiungeva, o era prossimo, alla doppia cifra. Così facendo, ed esponendosi anche a qualche rischio, le rosse della Pallavolo Perugia (sconfitte dal Colleluna 3-1 e dalla School Volley con lo stesso risultato) si avvicinavano fino al 24 pari nel primo set e al 23 pari nel terzo. Non oltre. Narni non lo ha permesso: in entrambi i set prima un errore loro e poi una schiacciata da posto 4 (Camilli nel primo set e Pettini nel terzo) hanno chiuso autorevolmente la gara. Il secondo set è senza storia: la Scalo 82 Narni non ha concesso nulla e le perugine si sono fermate a 17.

Che dire di queste ragazze? Che sono brave è il minimo. Che in campo non si risparmiano anche. Che, pur venendo da società diverse e avendo giocate con squadre diverse, si comportano come vere professioniste. Tra loro sembra magicamente essersi creato un gruppo coeso; tanto che in campo si incoraggiano nei momenti difficili e si aiutano. Facilitando l’inserimento di qualche ragazza della panchina. Come nel caso di Lavinia Arbuatti, alzatrice, classe 1999, con alle spalle qualche scampolo di partita e per la prima volta in campo dall’avvio della gara. Ha fatto quello che doveva gare, senza sbavature, senza timori. Incoraggiata certamente dal clima che regna nel gruppo. Come nel caso del libero Dionisi che per tutta la gara ha sofferto maledettamente i fari a led della palestra Alessi giocando con gli occhi semichiusi. Un gruppo, questo, diretto da un ragazzo, Nicola Lalleroni, persino più giovane di qualcuna di loro ma che è un allenatore capace e coraggioso, che con la sua capacità e il suo coraggio ha conquistato il rispetto della squadra e l’ammirazione del pubblico. Che ha trovato un signor aiuto allenatore in Massimiliano Ferri, anche lui autorevole e coraggioso con in più una grande qualità: l’umiltà. Una coppia perfetta, “scoppiata” in gara dalle regole federali che impongono a Lalleroni di stare seduto in panchina e a Ferri di stare tra il pubblico.

E’ un peccato che continuino ancora questi assurdi divieti. Ma se si possono comprendere e accettare le regole federali, non giocare nella nostra palestra è assurdo. Soprattutto è una grande contraddizione perché se non c’è sicurezza per le gare come si fa sostenere che questa sicurezza c’è quando ci allena? E, ancora, come si spiega che la scuola può starci senza limitazioni? Domande poste e riposte alle autorità che si trincerano dietro il più classico e stupido scaricabarile: colpa di una circolare dei Vigili del fuoco, dicono. Non c’è problema: la Scalo 82 Narni andrà in trasferta (sabato prossimo sarà a Umbertide) e avrà sempre il calore dei suoi affezionati.

Grazie ragazze.

Nella foto: a sx Micola Lalleroni e a dx Massimiliano Ferri

 

avviso
Il corso di aggiornamento per Allievo e Primo grado secondo livello gioivanile si terrĂ  domica 15 settembre 2019 presso il Centro Federale di Valtopina- Per i Primi Grado [...]